"La pietra naturale, elemento di sicurezza"

14/05/2016 - "Norma DIN 51130: Metodo della rampa"

La pietra naturale costituisce sicuramente un elemento di sicurezza, nel momento in cui viene posato, per realizzare gli ambienti esterni ed interni. Infatti per ciascuna destinazione d'uso della pavimentazione viene prescritto un determinato intervallo "R", introdotto dalla norma "DIN 51130" di derivazione tedesca, più comunemente nota come "metodo della rampa". Si tratta in questo caso di fornire una determinazione diretta della scivolosità, da applicare a pavimentazioni di qualsiasi natura (pietre, agglomerati, ceramiche, legno, metallo vetro, ecc.). Vi sono differenti intervalli "R", in particolare è richiesto:

il coefficiente "R9" è richiesto per: salette di soggiorno, mense aziendali, farmacie, laboratori, zone di ricreazione e classi in scuole, ecc; il coefficiente "R10"per cantine, zone all'aperto adibite alla vendita, magazzini all'aperto; garage coperti e sotterranei, passaggi pedonali aziendali, ecc.; il coefficiente "R11" per zone all'aperto adibite alla vendita, spazi per la manutenzione dei tubi acqua, zone di rifornimento aziendali esterne, ecc.; il coefficiente "R12" per rampe di carico non coperte, parcheggi stazioni dei vigili del fuoco, luoghi di lavorazione e trattamento degli alimenti. Il rispetto dei coefficienti descritti con riferimento alla tipologia di materiali usati nella realizzazione di ambienti esterni ed interni, consentono di garantire la sicurezza della gente.