L’estrazione della pietra di Trani avviene seguendo delle fasi ben distinte, tramite l’ausilio dei nostri escavatori e martelloni che ci aiutano in un processo che nel passato era ben più complesso. L’estrazione, infatti, dei blocchi avveniva completamente a mano mediante l’uso di esplosivi, cunei e paranchini legno e la forza di più uomini.

Oggi invece il processo prevede innanzitutto il decespugliamento della zona, la rimozione del terreno vegetale sino al raggiungimento della roccia madre. Una volta individuato il blocco i nostri escavatori, martelloni e pale provvedono all’estrazione della pietra. Dopo un’accurata selezione dei blocchi, idonei al passaggio in lavorazione tramite personale competente, si passa alla riquadratura degli stessi, che è effettuata mediante fili diamantati, il blocco passa così nei telati dove viene suddiviso in lastre.

Un macchinario di ultima generazione ha l’importante compito di selezionare le lastre e trasformare in prodotto finito solo i materiali di prima scelta. Tutti i nostri pavimenti pavimenti in pietra naturale, top, piatti doccia vengono sottoposti, secondo l’esigenza dei nostri clienti e il loro futuro utilizzo con diversi trattamenti.

Le fasi di lavorazione della pietra e le finiture

Non tutti i terreni presentano blocchi idonei all’attività estrattiva e al loro futuro utilizzo nel settore edilizio. Le nostre cave invece sono ricche di materiali pregiati, primo fra tutti il Biancone, serpeggiante e bronzetto, presenti in strati differenti del sottosuolo.

Per la realizzazione del prodotto servono ben 3 fasi di lavorazione:

  1. estrazione della della roccia dalla cava;
  2. prima suddivisione in blocchi;
  3. seconda suddivisione in elementi di forma e dimensioni determinate;

Una volta ottenuta la lastra l’operazione finale consiste nell’applicare sul materiale il trattamento di finitura desiderato.
Esistono diverse lavorazioni per la finitura del materiale:

  • Levigatura: lavorazione superficiale che smorza e alleggerisce il colore conferendo un aspetto opaco e una superficie liscia e piana. Utilizzata per rivestimenti esterni e soprattutto in zone dove le condizioni climatiche sono piuttosto dure.
  • Lucidatura: dona alla superficie lucentezza esaltando al massimo la naturale colorazione della pietra.
  • Boccardatura: rende la superficie della pietra simile al materiale grezzo conferendo al materiale un aspetto ruvido.
  • Sabbiatura: viene incisa la superficie per mezzo di un getto di sabbia sotto pressione. Questa operazione rende il materiale più vulnerabile agli agenti atmosferici.